Nell’ultimo sbarco di 185 clandestini a quanto pare non sono stati effettuati i controlli, tanto reclamati dal governo, per arginare il virus, ma solamente delle banali misurazioni della temperatura corporea.

La domanda a questo punto sorge spontanea. Visto che nella nostra Lombardia i contagi continuano a viaggiare ad un ritmo di 200 al giorno, con misure di pulizia e prevenzione ben maggiore delle nazioni dalle quali provengono gli immigrati degli sbarchi, che futuro dobbiamo aspettarci con l’aumento degli sbarchi durante la stagione estiva?

Condividi

Rispondi